domenica 25 settembre 2011

Pasta e patane ( pasta e patate )


La pasta e patate è un " primo " di tutti i giorni, una minestra che minestra non è perché a Napoli si usa farla " azzeccata " cioè non brodosa, ma cremosa, quasi asciutta. La pasta e patate, che anticamente era insaporita con il " mascariello ", la mandibola di maiale, la pasta e fagioli, pasta e zucca, pasta con il cavolfiore, riso e verza, sono tutti piatti in cui la pasta viene calata direttamente nella pentola dove hanno cotto le verdure, che si spappolano mentre cuoce la pasta diventando quasi una crema. La fiamma si spegne quando la pasta è al dente e la si lascia riposare qualche minuto.
A Napoli la pasta e patate è un piatto molto diffuso, e, possiamo dire, che quasi ogni famiglia ha la sua ricetta : con la provola, al forno, con la pasta mista con i tubettoni con il riso...
Ma veniamo alla preparazione.

Ingredienti per 4
350 g pasta mista
500 g patate
4/5 pomodorini freschi
50 g lardo
cipolla
sedano
olio EVO
 pepe o peperoncino a piacere
parmigiano
una scorza di formaggio ( grana o pecorino o parmigiano )

procedimento
preparate un soffritto con la cipolla ed il sedano, aggiungete poi i pomodorini e il lardo a tocchetti, cuocete per qualche minuto e poi aggiungete le patate tagliate a tocchetti non troppo piccoli. Quando saranno dorate aggiungete due/tre bicchieri d'acqua, la scorza di formaggio a dadini, salate e fate cuocere controllando frequentemente perché il tempo di cottura varia  a seconda del tipo di patate che usate. Quando le patate saranno cotte, aggiungete qualche mestolo di acqua calda e portate a bollore, quindi calate la pasta e cuocete avendo cura di mescolare frequentemente con un cucchiaio di legno per evitare che la pasta si attacchi al fondo. Quando la pasta è abbastanza al dente spegnete la fiamma, fate mantecare la pasta con il parmigiano grattugiato e, se volete, potete aggiungere  della provola affumicata tagliata a dadini., un po di pepe o peperoncino se gradite il piccante e fate riposare qualche minuto, dopo di che impiattate, servite e ..."arricriateve cu a pasta e patane " !!                                                                                                                                                                                

6 commenti:

  1. questa quanto mi piaceee! ma mi sbaglio o oggi è il giorno dei risultati? bacioni!

    RispondiElimina
  2. Perchè la pasta mista, Roberto?
    Me lo sono sempre chiesta, quando la mangiavo.

    E come ci si regola per la cottura?

    RispondiElimina
  3. Intendevo per la pasta che è di varia lunghezza e spessore...
    Un carissimo saluto, Roberto, e grazie della visita.

    RispondiElimina
  4. Ed è proprio "azzeccata" che piace a me ^_^
    Proverò la tua pasta dal gusto Napoletano, magari anche oggi stesso *_*

    Grazie per l'idea e la ricetta,

    RispondiElimina
  5. Ciao,sono arrivata da te per caso e mi sono fermata con grande piacere,amo anche io le ns
    ricette della tradizione..Complimenti!!
    a presto

    RispondiElimina
  6. Ho scoperto questo sito per caso... sono stato davvero fortunato!
    Vivo a Madrid per motivi di studio e nei primi mesi mi mancava tantissimo a "cucina e mammà" poi ho trovato le tue ricette; spiegate benissimo, buone saporite assai....
    Grazie davvero un saluto dalla Spagna

    RispondiElimina